Gay Village 2015, le prime novità ufficiali: tre piste e Simona Ventura madrina.

Una settimana e il Gay Village di Roma aprirà di nuovo i battenti! In attesa della conferenza stampa di martedì prossimo, iniziano a trapelare le prime informazioni ufficiali sulla quattordicesima edizione dell’evento gay friendly più importante del centro Italia.

A raccogliere le prime indiscrezioni è Marco Pasqua sul Messaggero di Roma, ed in breve saranno:

Simona Ventura madrina d’eccezione per la serata inaugurale, Giovedì 18 Giugno. Sul palco sarà accompagnata dalla direttrice artistica, confermata, Vladimir Luxuria e Imma Battaglia, una delle fondatrici di Gay Village;

– La superficie più grande di addirittura mille metri quadrati permetterà, per la prima volta, una terza pista: oltre le consuete pop e house ce ne sarà una ‘alternativa‘ con DJ di fama internazionale. I resident sono confermatissimi: Brezet, Mattia Matthew, Gaia Logan e Paola Dee;

– Il privé raddoppia la dimensione e accoglierà gli ospiti della kermesse. La sua gestione è affidata ad un mostro sacro delle pubbliche relazioni, Alfonso Stani;

– La sigla, un appuntamento imperdibile, è in corso d’opera e – come suggerito dalla pagina Facebook nei mesi scorsi, cavalcherà il tema di Expo e toccherà i temi di corpo, mentre e nutrimento.
Come l’edizione passata, lo sport avrà importanza centrale: grazie ad un accordo siglato con la Fipe, ci saranno esibizioni di pesistica, che vedranno scendere in pista anche atleti olimpionici.

Per tutti i dettagli l’appuntamento è Martedì 16 Giugno, dopo la conferenza stampa ufficiale.

L’#Isola che non c’è, ovvero il naufragio della Marcuzzi.

Mai avrei creduto di assistere ad una prima serata del genere, e so di non essere da solo. La tanto strombazzata prima puntata della nuova edizione de L’Isola Dei Famosi, la prima dell’era Canale 5 è infatti finita dopo soli trenta minuti. Per chi non avesse seguito l’ammiraglia Mediaset stasera, è andata più o meno così: la puntata avrebbe dovuto aprirsi con il consueto sbarco dei naufraghi sull’isoletta di Cayo Cochinos, ma le condizioni climatiche (sfavorevoli già dal pomeriggio) hanno impedito a qualunque imbarcazione o velivolo di spostarsi. Risultato? Buonanotte e ci vediamo lunedì prossimo, col vero inizio dell’Isola dei Famosi.
Mezz’ora sola di diretta del programma di punta del periodo di garanzia di Mediaset di questo inizio 2015 e poi replica di una commedia.

La primissima colpevole è la rete: consapevoli delle condizioni climatiche avverse avrebbero potuto preparare un ‘copione B’ da snodare in caso di emergenza, e riuscire a tirare la puntata almeno fino alle 23.00, una prima serata stiracchiata ma almeno una forma di rispetto per investitori e gruppi d’ascolto a casa.
La seconda grande mancanza è stata della Grande Sorella, Alessia Marcuzzi: ogni paragone sarebbe ingeneroso, ma la vecchia padrona di casa, Super Simona Ventura, avrebbe diluito la diretta fino a mezzanotte, anche se l’uragano avesse colpito Cologno Monzese e non Honduras (come tra l’altro fu nella seconda edizione, funestata da una tempesta proprio nella prima puntata). E spunti per tirare avanti la carretta ce ne erano eccome: le clip introduttive dei famosi (!?), interviste ai parenti presenti in studio, mantenere il collegamento con la terraferma e i concorrenti; invece no, Alessia ha zittito anche gli opinionisti (spegnendo una maliziosa Venier che stava provando a portare quel sano trash nazional popolare che ha fatto la fortuna dell’Isola targata Rai Due, con continui richiami alla carriera di Rocco Siffredi) e ha dimostrato ancora una volta che senza gobbo e senza copione non è in grado neanche di lanciare le televendite.