Eurovision a rischio spostamento? La TV Ucraina vicina al tracollo: ‘Non abbiamo abbastanza fondi’. E si candida la Crimea.

UPDATE: 

Oleksandr Kharebin, l’attuale direttore generale di NTU (la tv ucraina che si sta occupando dell’organizzazione dell’evento) smentisce le voci, annunciando che a dicembre verrà anche presentato il logo della nuova edizione dell’Eurovision.

Secondo Kharebin, intervistato dal canale all news 24 TV, questo mese verranno presentati logo e slogan della prossima edizione dell’evento ed è stata già selezionata la società che curerà la scenografia. Inoltre a fine dicembre verrà comunicata anche la società che si occuperà della gestione della vendita dei biglietti per l’Eurovision 2017.
(fonte: eurofestivalnews.com)

•••

Tira una brutta aria attorno alla 62° edizione dell’Eurovision Song Contest. la manifestazione musicale che vede sfidarsi gli esponenti di (quasi) ogni stato del Vecchio Continente, in un ‘Sanremo Europeo’ che ogni anno raccoglie milioni di fan in tutto il mondo, e che da pochi anni è tornato ad essere appuntamento seguito anche in Italia.

Al centro della crisi c’è la mancanza di fondi della TV ucraina, che secondo il regolamento dovrebbe ospitare la kermesse il prossimo anno, in quanto vincitori nell’ultima edizione con la cantante Jamala. Un ritardo nell’organizzazione sta spingendo i dirigenti dell’European Broadcasting Union (che si riuniranno in settimana) a prendere una decisione definitiva sull’edizione 2017.

Il problema principale sono quindi le disponibilità economiche che negli scorsi mesi avevano portato addirittura alle dimissioni del direttore generale della TV di Stato, in aperta protesta contro i costi del festival , e il budget necessario per l’evento che rischia di mettere a repentaglio il futuro dell’intera tv di Stato. Inoltre negli scorsi mesi il Governo ucraino aveva erogato dei fondi mirati proprio per l’organizzazione dell’Eurovision, fondi che non sono bastati ad evitare una crisi organizzativa a pochi mesi dalla serata inaugurale. L’attuale capo ad interim della TV ucraina, Alexander Kharebin, ha confermato che i vertici dell’Eurovision sarebbero intenzionati a spostare tutta la cerimonia altrove. Germania, Russia, Svezia o il Regno Unito tra le papabili.

Previsto per il prossimo Maggio nella capitale Kiev, l’ESC è possibilità ghiotta per diversi paesi e diversi broadcaster: infatti fioccano le autocandidature, come quella della Crimea, che ha ‘politicizzato’ la festa lasciando intervenire il deputato dell’amministrazione Ruslan Balbek: “Siamo pronti ad ospitare “Eurovision” nella Crimea russa. Possediamo i presupposti e le condizioni necessarie per ospitare il concorso, compresi i requisiti di sicurezza e la garanzia che “Eurovision” non diventerà uno show politico”.

Non si è fatta attendere la risposta di Volodymyr Groysman, primo ministro ucraino, che si è sfogato su Facebook parlando di ‘affronto’, nel caso in cui l’evento venisse spostato in Russia.

Non ci sono ancora decisioni ufficiali, ma sono state registrate già prenotazioni di biglietti aerei, alberghi e acquisto dei biglietti per le semifinali e la finale di 9, 11 e 13 maggio, situazione che impone una velocità nella decisione nel rispetto degli spettatori. L’Ucraina potrebbe essere il primo Paese vincitore a non ospitare la gara negli ultimi 37 anni. L’ultima volta nel 1980, quando l’Eurovision si tenne nei Paesi Bassi anche se a vincere, l’anno prima, fu Israele.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...