Non solo Pamela e Clemente: tutti gli squalificati nella storia del Grande Fratello.

Non solo Pamela, non solo Clemente. Nella storia della Casa più spiata d’Italia i provvedimenti disciplinari presi ai danni dei concorrenti sono stati frequenti e per i motivi più vari. Bestemmie soprattutto, ma anche infrazioni del regolamento, atti di violenza, liti furibonde, e anche una minaccia di defecazione nei letti. A Cinecittà non si sono fatti mancare niente in questi quindici anni, e si sa, la squalifica paga in termini di hype per la puntata. Mettiamoci le pressione delle associazioni dei consumatori, la critica televisiva e la polemica è servita. Prima della mancanza di rispetto nei confronti delle donne perpetrata del pugile napoletano e della tentata evasione della showgirl sarda, ci sono stati molti altri episodi salienti.

Luana Spagnolo (2001), omissione di informazioni

Prima squalifica nel ‘Grande Fratello’ italiano. Luana Spagnolo dovette abbandonare la casa al secondo giorno della seconda edizione. La sua colpa? Nel 1996 fu eletta ‘Miss Italia nel mondo’. Tale informazione, volutamente omessa dalla concorrente durante tutte le fasi delle selezioni, portò inevitabilmente alla sua esclusione. Il regolamento del Grande Fratello dell’epoca prevedeva la squalifica del concorrente che non rispettasse le norme, tra cui quella di non aver mai partecipato a nulla nel mondo dello spettacolo. Il requisito della ‘verginità’ televisiva era così ferreo che all’epoca Endemol rilasciò addirittura un comunicato che recitava: “Luana Spagnolo con il suo comportamento ‘non corriponde allo spirito del progetto’, ha infranto il rapporto di fiducia con il ‘Grande Fratello”. Al suo posto entrò Eleonora Daniele.

– Guido Genovesi (2004), bestemmia

Durante la quinta edizione del Grande Fratello, quella vinta da Jonathan Kashanian, a dividere la Casa con lo stilista israeliano c’era anche tale Guido, folcloristico musicista toscano con problemi di balbuzie. Durante la puntata in diretta del Giovedì (giorno di messa in onda del reality show nei primi anni), Guido si macchiò di una violazione del regolamento (che era molto più rigido di adesso): dopo aver fatto la sua nomination, ne rivelò il contenuto a Veronica, concorrente nella casa. Ovviamente le telecamere non si lasciarono sfuggire il fattaccio, e una giovane Barbara D’Urso comunicò ad un febbricitante Guido che – alla luce della violazione – avrebbe dovuto passare la notte nel tugurio (ovvero quella che oggi è la Cantina).

Guido non la prese affatto bene, anche perché convalescente da una brutta influenza: iniziò a calciare l’arredamento della casa e si lasciò sfuggire una sonora bestemmia, in diretta televisiva, in prima serata. Il giorno dopo la comunicazione del Grande Fratello: Guido deve abbandonare immediatamente la casa.

– Mirko Sozio (2008), bestemmia

Il Grande Fratello, nella sua ottava edizione, squalificò in diretta Mirko Sozio in seguito ad una espressione offensiva per la morale comune: il provvedimento, con effetto immediato, si rese necessario poiché il concorrente si lasciò sfuggire la solita bestemmia.

Mirko, nato ad Isernia, fu costretto ad abbandonare il gioco a soli quindici giorni dalla finale. Lo studente, una volta abbandonata la Casa raggiunse lo studio, dove chiese umilmente€ scusa al pubblico per l’involontaria esclamazione.

– Paolo Mari (2009), nudità molesta

L’idraulico-modello non ci ha messo neppure una settimana a farsi cacciare dalla Casa: Paolo Mari, è stato squalificato dal reality a causa dei suoi comportamenti decisamente ‘sopra le righe’. Dopo qualche insofferenza (proprio come la più recente Pamela) nei confronti di qualsiasi episodio della quotidianità, Paolo iniziò una vera e propria escalation di litigi, terminata con una forte discussione ai danni alcuni degli inquilini che stavano tranquillamente giocando in giardino, colpevoli di aver lanciato il pallone vicino a Gerry, il concorrente non vedente. Non sazio della protesta, il mantovano iniziò ad urlare frasi senza senso e si denudò completamente davanti alle telecamere. Inoltre si mise a gridare come un pazzo dicendo che sarebbe arrivato al punto anche di defecare in giardino e nel letto di alcuni coinquilini.

L’ultima frase dell’idraulico nella Casa è dedicata a Claudia, concorrente insieme a lui: “Mi dispiace solo che ora sappiate che ce l’ho piccolo”.

– Federica Rosatelli (2009), lancio di bicchiere

Bersaglio perfetto per la Gialappa’s, che ne fece un’imitazione esilarante a cura di Lucia Ocone, nello stesso anno anche Federica Rosatelli venne squalificata dal gioco. Personaggio ‘borderline’ e sempre avvezza agli eccessi, l’episodio che le costò l’eliminazione dalla casa fu l’iconico lancio del bicchiere di vetro a dieci centimetri dalla faccia di Gianluca Zito, dopo un’accesissima discussione.

Prima di procedere alla squalifica, riguardo la quale la produzione nutriva ancora qualche dubbio, Alessia Marcuzzi chiese il parere ai coinquilini per l’eliminazione: con 8 voti a favore dell’eliminazione e 4 contrari, la romana dovette abbandonare immediatamente la casa, tra le lacrime e le consuete frasi di pentimento, come l’evergreen: ‘Nella casa le emozioni sono amplificate’.

Massimo Scattarella (2010), bestemmia + Lelli e il gruppo Casnici, Titone, Scattarella Bis (2011)

Massimo Scattarella è stato squalificato dal Grande Fratello decima edizione per la ragione che ha mietuto più vittime in quel di Cinecittà: una bestemmia che gli è scappata chiacchierando con Veronica Ciardi. La distrazione gli costò l’uscita dal reality. Massimo si scusò e si è disse subito pronto a pagarne le conseguenze, ma forse neanche lui credeva che il GF sarebbe stato così inflessibile. I compagni, avuta, la notizia, si disperarono: pensavano a una settimana di tugurio e invece il destino del muscoloso concorrente prendeva una squalifica che ha accontentato tutte le Associazioni dei Consumatori e il Moige, come come sempre in questi casi avevano invocato l’immediata eliminazione. Massimo ebbe possibilità di ‘redenzione’: partecipò all’edizione successiva, l’undicesima, proprio per dimostrare il proprio pentimento. Dopo aver superato il televoto divenne ufficialmente concorrente della casa. Ma qui iniziò una vicenda che ebbe del comico.

Grande Fratello, edizione 11: nella puntata numero tredici una pioggia di eliminazioni. Pietro Titone, accusato di aver bestemmiato durante una conversazione notturna con Davide Baroncini, Matteo Casnici, inizialmente perdonato dalla produzione dal reality di Canale 5 perché la sua espressione non era stata ritenuta blasfema e addirittura, ancora una volta, Massimo Scattarella, ancora per l’esclamazione dello scorso anno. Una punizione esemplare per punire i ragazzi, colpevoli di aver dato vita all’edizione più sboccata di sempre.

“Non ho mai trovato nella Casa un’arroganza, un’ignoranza… Viene voglia di alzarmi dalla sedia e di andarmene via. Sono abbastanza nervoso. Non ne possiamo più. Il livello è bassissimo: parolacce, bestemmie… è ora di finirla” commentò in studio Alfonso Signorini.

Diciassette giorni dopo stessa sorte toccò a Nathan Lelli, muratore di Castel San Pietro Terme, che dopo essere rimasto coinvolto in una polemica relativa al ‘casting online’, modalità di accesso inserita in quell’anno, pronuncio una tanto odiata bestemmia e abbandonò la casa.

Daniele Mkongo (2011 – 2012), bestemmia

Edizione dalla durata immensa, che fu anche a cavallo del Capodanno, per la settima volta condotto da Alessia Marcuzzi. Daniele, modello svizzero, rimase in casa solo quattordici giorni: entro al 78esimo, uscì al 92esimo. Ovviamente, per una bestemmia. In questo caso , oltre l’espulsione, anche il montepremi venne decurtato di 10.000 euro.

Enzo Capasso (2013), infrazione del regolamento

Primo caso di eliminazione avvenuta ancora prima della messa in onda dello show: “Enzo è stato squalificato. Brevemente vi spiego cosa è successo. Lui era chiuso in albergo come tutti voi, ma ha sentito molto la mancanza dei suoi familiari, come è giusto che sia. Lui l’ha sentita soprattutto nei confronti della moglie e del figlio. Talmente tanto che a un certo punto non ce l’ha fatta più nel senso che non ha resistito e non è riuscito ad andare avanti”, queste le parole della Marcuzzi, che ha letto il breve comunicato in apertura della prima puntata (forse anche per creare un po’ di attesa per il lancio della nuova edizione).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...