Netflix in Italia a Ottobre, è ufficiale. Cos’è è perché era cosi atteso.

Sessanta milioni di abbonati in cinquanta paesi ad ogni angolo del globo, cento milioni di ore di programmazione, quasi quattro miliardi di fatturato l’anno e un curioso passato da noleggio di DVD. Sono questi i numeri di Netflix, la società californiana leader nel settore dello streaming online e on demand di contenuti video.

La piattaforma ha cambiato irrevocabilmente il modo di fruire della televisione negli Stati Uniti e in molti altri paesi del mondo, e dopo mesi (anni?) di tira e molla finalmente arriverà in Italia, ad Ottobre.
Ad annunciarlo è Wired Italia, che ha portato a casa una gustosa intervista esclusiva – disponibile nel numero di Giugno, a breve nelle edicole – al fondatore e CEO Reed Hastings:

Netflix sarà disponibile in Italia da ottobre, anche se non abbiamo ancora fissato il giorno esatto. Per cinquant’anni abbiamo avuto la tv lineare, ma ogni cosa ha il suo tempo e prima o poi viene sostituita: la tv del futuro sarà un grande iPad”.

LE FUNZIONI
Un abbonamento mensile darà accesso ad un catalogo praticamente perfetto di film e serie TV. Non solo le storie trasmesse dalle TV via cavo, ma anche produzioni originale, come Orange Is The New Black e House Of Cards.
Si potrà acquistare un solo ‘evento’ o una serie intera e concedersi una maratona  – il cosiddetto binge watching – mettere in pausa, rimandare la visione.

I PREZZI
Ancora niente di ufficiale, ma Hasting ha dichiarato che saranno in linea col resto dell’Europa. Presumibilmente 7,99 al mese, col primo mese gratuito.

I SEGRETI DEL SUCCESSO
La forza dirompente di questo ‘Spotify‘ dei video è che ha permesso di slegare l’utente dalla tradizionale – e un po’ superata – concezione settimanale di fruizione. Ora è il palinsesto che si spalma sull’utente, e non l’utente a dover modificare la propria quotidianità dei suoi appuntamenti preferiti.

Inoltre il grande vantaggio è il catalogo praticamente perfetto; come iTunes ci ha insegnato, la completezza dell’offerta è la chiave del successo. È riuscito ad inserirsi in un momento di morìa dell’industria dell’home video, schiacchiata dalla pirateria, ma rendendo legali – e a prezzi stracciati – le stesse pratiche che della pirateria furono il successo (contenuti tutto-e-subito, assenza di pubblicità).

PERCHE TANTO RITARDO?
Mesi, forse anni, hanno separato il lancio ufficiale dalle voci di corridoio che si sono rincorse a lungo. I motivi erano fondamentalmente due:

Inadeguatezza delle reti italiane; la banda larga è sempre stata considerata precaria per questo tipo di servizio;
– I diritti televisivi; i principali soggetti che li detengono per il nostro paese (sia di film e serie straniere che soprattutto di quelli italiani, fondamentali per il nostro mercato) sono restii a concederli e vorrebbero mettere in piedi loro un servizio simile – che poi sono Infinity e Sky Online.


DOVE VEDERLO?

Il servizio è disponibile su PC, smartphone, tablet, console e Smart TV.


E PER CHI NON VUOLE ASPETTARE…
È possibile aggirare i confini nazionali e sottoscrivere un abbonamento anche se non si risiede nelle nazioni in cui il servizio è attivo. Senza nessuna sorpresa la procedura è molto semplice (si tratta di fare un account e cambiare i Dns, vale anche sulle console), per il resto basta solo sapere l’inglese e si è nella semilegalità, i legittimi proprietari dei contenuti vengono pagati ma non i distributori italiani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...